29 Luglio 2020

Zootecnia Sannita – Qualità, Tipicità, Distintività

21 settembre 2019. Morcone (Bn)-Fiera di Morcone

Interessante convegno in terra sannita, nella serata di sabato 21
settembre 2019, con un confronto a tutto campo sui temi più attuali per
l’allevamento del territorio. Interventi del direttore tecnico di A.I.A.,
Riccardo Negrini, e del vicepresidente nazionale Coldiretti Gennarino Masiello

Si è tenuto, nella serata di sabato 21 settembre 2019 a Morcone, in provincia di Benevento, l’interessante Convegno sul tema “Zootecnia Sannita – Qualità, Tipicità, Distintività " , nell'ambito della tradizionale Fiera di Morcone.

L’incontro è stato organizzato da Coldiretti Benevento, nel
quadro di una serie di convegni rivolti al pubblico ed agli allevatori per
informare sui progetti e le novità a favore dello sviluppo del territorio.

Per l’Associazione Italiana Allevatori-A.I.A. è intervenuto
il direttore tecnico Riccardo Negrini.
I lavori sono stati aperti dal sindaco di Morcone, Luigino Ciarlo,e dal presidente del locale Centro Fiere, Gioi Capozzi.

Nel suo intervento, il Direttore Tecnico di A.I.A. ha affrontato, tra l’altro, i temi della sostenibilità ambientale, sottolineando come fatto positivo che il Sistema Allevatori ha acquisito tutti i dati che consentono di dare risposte ai cittadini-consumatori alla richiesta di garanzie di qualità, rintracciabilità e tipicità delle produzioni di origine zootecnica, con particolare rifermento alla razza bovina Marchigiana, la più diffusa numericamente nel territorio Sannita. “Il sistema A.I.A. – ha detto – è giunto preparato alle nuove richieste del mercato, approntando gli strumenti necessari a certificare elementi quali la sostenibilità ambientale e il benessere animale. La presenza della zootecnia, in zone collinari e appenniniche come quelle del beneventano, è un valore aggiunto e rappresenta una importante carta da giocare anche per i positivi sviluppi che può avere il rilancio della linea vacca-vitello nel Centro-Sud”. Altri punti di forza, infatti, riguardano ad esempio l’utilizzo sostenibile delle risorse, l’attenzione agli aspetti sanitari ed all'alimentazione degli animali, soprattutto con l’utilizzo di foraggi locale”. Negrini ha poi fatto riferimento alle grandi opportunità rappresentate dall'avanzamento del Progetto “Leo”, di cui A.I.A. è capofila, con importanti collaborazioni anche di partners  scientifici del territorio locale.

I lavori, dopo gli interventi a cura di giovani che hanno
sviluppato una app  riferita alla commercializzazione nel settore
zootecnico, premiata come innovazione in un recente concorso, e di
rappresentanti istituzionali come il presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, si sono conclusi con
l’intervento di Gennarino Masiello,
vicepresidente nazionale Coldiretti. Masiello, oltre ad affrontare
problematiche di stretta rilevanza territoriale, ha sottolineato i punti di
forza dell’allevamento locale: “Qualità, tipicità e distintività sono per il
territorio sannita, nel comparto zootecnico, non solo slogan ma concrete
opportunità di rilancio. Questi territori vivono di agricoltura e di
allevamento, sono le uniche leve che possono trattenere qui i giovani dando
spazio al loro impegno ed alla loro creatività, come abbiamo visto anche oggi.
Noi tutti siamo i custodi di questi territori, non possiamo consentire a
nessuno di offuscarne l’immagine, anche perché qui stiamo dimostrando quanto
possiamo fare per valorizzarlo. Faccio l’esempio della razionale gestione delle
risorse idriche a favore di agricoltori ed allevatori: è così che si fa
sostenibilità ambientale, razionalizzazione, lotta agli sprechi e introduzione
di forme positive di economia circolare”.

    array(0) { }