25 Febbraio 2020

5-7 Ottobre 2018 – Roma – #STOCOICONTADINI

Alla fine della “tre giorni” romana al Circo Massimo al “Villaggio Contadino” Coldiretti sotto l’hashtag  ‘#stocoicontadini’, da venerdì 5 a domenica 7 ottobre 2018, il bilancio è nettamente positivo: oltre un milione di visitatori (dato degli organizzatori confermato dalla Questura), nonostante il tempo altalenante, hanno affollato la suggestiva “location “ ai piedi di una delle aree archeologiche più ricche di storia della Capitale. E c’è grande soddisfazione per A.I.A. e per il Sistema Allevatori per la grande risposta partecipativa e di interesse dimostrata dal pubblico alle varie iniziative organizzate: dal Workshop  sul Benessere Animale della mattinata conclusiva, alle numerose attività di laboratorio durate per tutti e tre i giorni. Ma il “clou “ senza dubbio è stato rappresentato dalla “Fattoria degli Animali”, per l’occasione raddoppiata e che ha messo in vetrina i più concreti simboli della biodiversità animale “made in Italy ”: il bestiame esposto, infatti (oltre sessanta capi), proveniente oltre che dalle regioni del Centro Italia coinvolte in primo piano (Lazio, Abruzzo, Umbria, Marche e parte della Toscana) anche da altre parti dello stivale (Piemonte, Lombardia, Campania, Molise e Sicilia) ha suscitato curiosità, ammirazione e rispetto per l’importante e spesso sottovalutato lavoro degli allevatori italiani. “Siamo veramente orgogliosi e soddisfatti di aver dimostrato ancora una volta, con la concretezza che ci contraddistingue – dichiara il presidente A.I.A. Roberto Nocentini presente durante tutti i tre giorni della manifestazione assieme a numerosi dirigenti e tecnici del Sistema Allevatoriale nazionale – il grande valore economico, sociale e culturale che esprime la nostra zootecnia, un modello unico nel mondo per varietà, sostenibilità, ecocompatibilità, benessere degli animali, qualità e rintracciabilità delle produzioni. Ringraziamo gli organizzatori, le Istituzioni nazionali e locali e soprattutto la cittadinanza che ci ha accolti con simpatia e considerazione, segno tangibile che i nostri messaggi positivi e veritieri stanno facendo breccia nell’opinione pubblica”. Da parte sua, il direttore generale Roberto Maddé, in prima fila nell’organizzazione della impegnativa macchina che ha coinvolto la “tre giorni” romana, con il personale di tutte le associate territoriali interessate, afferma: “un importante segnale è stato lanciato, ma non ci fermiamo qui, continuiamo da subito la nostra azione di formazione, informazione e rilancio delle attività sia di quelle istituzionali che di quelle innovative, che riguardano nuovi programmi: dal progetto LEO, che abbiamo presentato anche in questa occasione a Roma, a ‘Inno4Grass ’, fino alla divulgazione del ruolo di controllo e analisi svolto quotidianamente dalla Rete dei Laboratori del Sistema Allevatori. Le iniziative in programma sono moltissime, A.I.A. e le organizzazioni collegate sono in prima fila a lavorare per le Istituzioni e la collettività”. Da segnalare, infine, che anche l’ultima giornata ha visto le visite alla “Fattoria degli Animali” di numerose personalità della cultura, della politica e dello spettacolo, accompagnati nel giro degli stand, fino alla “Fattoria degli Animali", dal presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, dal segretario organizzativo Vincenzo Gesmundo e dai vertici locali dell’Organizzazione, il presidente della federazione del Lazio David Granieri e la direttrice Sara Paraluppi.

    array(0) { }